lunedì 28 febbraio 2011

Dobbiamo stare uniti !!!

Da 27/feb/2011
La 38a Avisada è la gara che compatta il gruppo verso i venti giorni decisivi e sicuramente più duri all'avvicinamento per la maratona. Ben tredici atleti infatti scelgono il percorso dei 21 km, fatti quasi totalmente insieme dai futuri maratoneti. A parte Leo che in solitaria si fa il suo ultimo lungo ... Roma ti aspetta!
Tra coloro che scelgono il percorso lungo, spiccano Polt e Bum Bum, che dopo mesi e mesi di fermo rientrano e sparano subito a mille, Passirana e il Cassiere che continuano a scegliere la lunga distanza, a loro sconosciuta fino poco tempo fa. Bene comunque tutti: da Enzo che trascina il gruppo senza risparmiarsi per i primi kilometri, a Giancarlo che sbaglia strada al bivio 13 o 21, a Niki che dopo la gita infrasettimanale in ambulanza si limita a fare i 13, alla Vivi anche se un po delusa dall'assenza di Albe (che questa volta si becca una penalizzazione in CLASSIFICA inderogabile), a SuperCele in striscia positiva da 3 giornate, a Lello forse presente solo perchè vicino a casa, a Roby già al ritrovo dalle sei di mattina appositamente per mettere i volantini della SanGiuan che camina.
Un piccolo giallo lascia col fiato sospeso l'intero gruppo: durante la giornata di ieri infatti sia Leo che il Cassiere sono stati costretti a fare una corsa a 'tappe' con soste forzate nei nascosti boschi. Sarà forse che Leo, già accusato dalla stampa di boicottare i bicchieri del Cassiere del sabato sera, ci sia cascato anche lui? O magari in un attimo di confusione abbia mischiato e rimischiato i due bicchieri? O forse il Cassiere ha pensato ad una vendetta? Un'indagine è stata aperta.
Per quanto riguarda l'organizzazione di questa 38a Avisada, possiamo dire che è nettamente migliorata rispetto allo scorso anno, dove le critiche non si erano risparmiate da parte di molti partecipanti. Ben fatto il percorso, che mette in mostra tutte le bellezze del Parco dei Fontanili. Questa volta ben segnalato il bivio dei 13/21 (forse Giancarlo non sarà d'accordo) che portava al Bosco in Città passando da Figino (anche se si sarebbe potuto fare il giro del laghetto ...). Azzeccati i kilometri, e ben gestiti i ristori dove spiccava l'allegra presenza della Billy, per l'occasione vestita con t-shirt dei Canisciolti (grandissima!). Al primo ristoro si poteva degustare addirittura del pollo bollito.
La società si dice pienamente soddisfatta dei propri ragazzi. Siete stati uniti fino adesso anche nei momenti più bui del gruppo. Ora vi aspettano le tre domeniche più dure e lunghe di questa preparazione (in realtà due). Sicuramente non è questo il momento di mollare. Avanti così ragazzi !!! Coraggio anche a chi rientra dagli infortuni e inizia adesso a prepararsi: nel dettaglio Polt e Bum Bum.
Forza ! Dobbiamo stare uniti !

giovedì 24 febbraio 2011

38° AVISADA RHO

Gara casalinga per questa domenica 27 febbraio 2011. Sperando in una miglior segnalazione dei percorsi, rispetto allo scorso anno, riproviamo a percorrere i tracciati dell'Avisada, di 7 - 13 - 21 km.

CANISCIOLTI AL RITROVO B (Fulvio) ALLE ORE 7,40.

Per questa domenica faremo l'iscrizione di gruppo: quindi: comunicare la presenza o via mail, o nei commenti, o chiamando Ambro.
Coloro che si faranno trovare sul posto, non facciano l'iscrizione.

lunedì 21 febbraio 2011

I MAGNIFICI SETTE

Scelta più che azzeccata quella dei nostri sette ragazzi, che hanno preso parte a questa bella e ben organizzata 34a Marcia Classica Caluschese. Infatti in poco più di 30 minuti di viaggio, si arriva all'oratorio di Calusco d'Adda, dove si correrà una corsa asciutta, a parte gli ultimi due chilometri, dove qualche goccia di pioggia unita alle folate di vento della valle facevano innalzare vertiginosamente il ritmo, per il rush finale. Già mentre cercavamo parcheggio si poteva notare la grande affluenza di podisti a questa corsa: un fiume di persone scorreva su vari punti. Inaspettatamente però, alla partenza siamo soli .... mah. Foto di rito e partenza. Dopo una delle partenze più anonime della storia, percorriamo i primi sette km insieme, su un percorso abbastanza normale e poco emozionante: sarà il riscaldamento? Finalmente si entra nella campagna e nel parco Adda Nord, dove d'improvviso si scende giù giù e ancora giù e noi sappiamo cosa vuol dire: che dopo ci sarà la salita. Molto bello e ben curato questo tratto di parco che precede la via crucis: salita lunga e ripida dove ci si arrende alla corsa per passare alla camminata. A fine salita l'atteso ristoro, e da qui il duo Walter e Holly si stacca iniziando a guadagnare metri sul resto del gruppo. Dopo qualche kilometro si arriva lungo le sponde dell'Adda, e qui il paesaggio ne guadagna. Si arriva a Villa d'Adda dove c'è il bivio 18 o 27 km. Da questo momento a fare il percorso lungo siamo veramente in pochi, e per alcuni kilometri addirittura soli. Il percorso sulle rive del fiume diventa impegnativo con tortuosi e pendenti sentieri che richiedono molta attenzione. Attenzione di cui non si cura abbastanza il nostro DJ, che, distratto dal suo nuovo giocattolo (trattasi di microfototelecamera da inserire nel vano dei caschetti da minatore, ma utilizzabile anche per scoprire loculi bui nascosti e profondi dove nessun mezzo può vedere), cade violentemente rovinando per alcuni metri, ma rialzandosi immediatamente come una palla che rimbalza da terra, prosegue la corsa. Il presidente ingenuo si ferma a fotografare il cigno, rischiando l'attacco frontale dello stesso, rivelatosi molto aggressivo. Al 17 km circa inizia la dura salita (anche qui inevitabile camminare alcuni tratti) che ci porterà sul monte Casto dove banchetteremo all'ennesimo ristoro. Dall'alto di questa visuale ci si accorge che le salite sono finite, e possiamo percorrere gli ultimi kilometri in maniera più rilassata. Vedi Altimetria.
Bene tutti i nostri ragazzi dal cassiere che si fa18 km e non in pianura, agli altri Walter, Holly, Leo, Pierino, DJ, presidente che si fanno il percorso dei 27, in realtà 25, ma da un intenso dibattito degli esperti, ne valgono 32.
Corsa molto ben organizzata, con tantissimi cartelli che segnalavano anche solo delle normali curve; ristori ben posizionati; nonostante i circa 25 km arriveremo a casa senza fame. Chissà come mai? Spogliatoi con docce tiepide sempre apprezzati. Sicuramente più belle (almeno per questi sette canisciolti) le corse di 'queste zone'.
Quando la corsa è più dura e faticosa, maggiore è la soddisfazione finale.
Grazie ragazzi per questi momenti che riusciamo a vivere insieme !

VITTUONE, NONOSTANTE LA PIOGGIA Altri SETTE Canisciolti scelgono la mezza del Castello: Ste e Ambro percorrono i 21km; Roby, Andrès, SuperCele, Enzo e Giancarlo per i 10km.
(di Ambro)
Ormai la collaudata "Mezza del Castello" raccoglie consensi e quindi troviamo un bel pò di gente.....anche runners famosi come LINUS e persino la TV !!!!!!! La palestra ex spogliatoio è adibita a consegna pettorali e iscrizioni....quindi,nota dolente, cambio in macchina. Per questione volantini (VOLANTINO SANGIUAN CHE CAMINA) Ambro, Ste, Belo saltano il ritrovo e vanno dritti a Vittuone, alla partenza ci si ritrova con SuperCele, Enzo e Andres che con Belo e Giancarlo faranno la 10k.
Ste e Ambro,invece, si cimentano nella classica Mezza, dove Ste stampa un "tempone" e Ambro aggiunge 6k (causa tabella ahahahah).
Pronti VIAAAA !!!!!!!! chi 10000m chi 21097m, ma tutti di corsa e la pioggia non ferma nessuno. Primi km affollati,ma si corre volentieri perchè la tanta gente offre compagnia per ogni passo.
Un particolare saluto ad Attilio che ha condiviso con Ambro almeno 17k dispensando consigli da esperto "maratoneta", ne farò tesoro per la mia esperienza ;-) Grazie
infine: "CANISCIOLTI divisi ma.........................UNICI !!!!!!!!!!!!!!!!!!"
LA 10 KM (di Roby)
a parte il tempo uggioso, piovoso e abbastanza freddo è stata una bella corsa, molti i partecipanti, percorso pianeggiante, interamente snodato nel Parco Agricolo Sud Milano, su sentieri che si alternavano da asfaltati a sterrati di conseguenza fangosi che costeggiavano cascine e casali colonici, lontani dai frastuni del traffico, la pace, la natura ed il silenzio di questi posti è invidiabile.
Ottima l'organizzazione, gli incroci dei sentieri erano segnalati da cartellonistiche e presiediati da personale di servizio, ogni km era segnalato da cartelli. Rifornimenti, normale quello intermedio, imponente ed abbondante quello all'arrivo
Un po tutti ci chiedevamo che fine ha fatto il nostro Hollywood ? Ebbene la società fa sapere che Cristian saluta affettuosamente tutto il gruppo, ma per questo periodo non può unirsi a noi. Noi siamo sempre qui.



giovedì 17 febbraio 2011

34a Marcia Classica Caluschese

Tra le tante corse in programma per domenica 20 febbraio 2011, ad attirare la nostra attenzione è stata questa 34a Marcia classica Caluschese, di km 7 - 12 - 18 - 27. Ritrovo presso l'oratorio di Calusco d'Adda. Nei volantini degli anni precedenti venivano indicati spogliatoi e docce (il volantino 2011 non siamo riusciti a recuperarlo per intero). Percorso ondulato.
CANISCIOLTI AL RITROVO B (Fulvio) ALLE ORE 7,20.
.
Coloro che volessero restare 'in zona' possono andare a Vittuone per la Mezza del Castello dove c'è anche la 10 km. La partenza è alle 9,00. Anche con questa corsa si entra in classifica. Fate qualche foto e se volete un breve articolo da inviare via e-mail. Per quest'ultima corsa potreste trovarvi (previa conferma nei commenti) al RITROVO B (Fulvio) alle ore 8,00.

lunedì 14 febbraio 2011

ABBIATE MOLTO GRASSO CON LE SALAMELLE

Da 13-02-11 salamelle

Articolo di DJ
Domenica 13 febbraio il gruppo dei canisciolti si presenta compatto e numeroso con qualche novità rappresentata da Giancarlo, e CHARLIE e LALLO 2 che si uniscono a noi per la prima volta, (entrando di diritto in CLASSIFICA) per questa convocazione molto , molto speciale.
Speciale perché non si può resistere alla tentazione di correre dietro alle, ops ! chiedo scusa ….. insieme alle salamelle di Abbiategrasso, gruppo podistico che conta 120 iscritti, che in questa occasione organizza la 2 edizione della SALAMELLANDO CON L’AVIS, una corsa questa che già l’anno passato ha entusiasmato molti di noi e che in una giornata senza sole ma non fredda ha permesso di correre scegliendo il percorso di 6,5 -12 e 21 km ben organizzati e segnalati.
Caratterizzato dal tipico paesaggio della campagna padana il percorso si snoda tra i campi coltivati della pianura che circonda Abbiategrasso tra una serie infinita di cascine e un suggestivo attraversamento del naviglio passando per la chiusa. Attraversando più di 20 cascine, due delle quali ospitano i ristori presenti al 6° e 13° km, si ha la possibilità di praticare un buon allenamento sul lungo piano e di respirare a pieni polmoni salubre aria di stalla.
Rispuntano in gruppo SUPERCELE, ENZO e LELLO e per l’occasione il malconcio Andrès, reduce da un lungo ed estenuante torneo chiamato “ BECOFU 5 contro 1” che ne ha consacrato la fama di AVVILUPPATORE ( termine questo che sta ad indicare il rituale mediante il quale la preda di sesso femminile viene prima avvicinata e poi dopo intrappolata ed infine prosciugata di ogni goccia di liquido organico ) Andrès, sceglierà per testare le sue abilità di avviluppatore ( EVELOPED in inglese ) il percorso più agevole dei 12 km che garantisce una maggiore presenza di prede.
Sul tracciato dei 21 km, in grande condizione, un ritrovato WALTERBEST che in compagnia di HOLLY 67 seminano tutti a pochi km dal via, AMBRO, Dj, LEO, STE e PASSIRANA. Da segnalare la buona prova di quest’ultimo con il tempo sotto le due ore. Tutti glia altri s’impegnano in una più tranquilla escursione sul percorso dei 12 km.
A fine gara una convocazione extra lascia di stucco il gruppo. STE, ancora apparecchiato del suo armamentario tecnico, annuncia che per il pomeriggio è in programma il TESTA TEST di km.15 da percorrere nelle strade cittadine del Rhodense con partenza ore 16.00. Attenzione: TESTA TEST non TESTA a TESTA ( prova questa in cui il nostro atleta si cimenta di solito il giovedi che prevede una corsa in solitario sul tapis rullant posizionato di fronte allo specchio. Vince chi dei due si stanca prima …??? ).
Ad oggi non è dato sapersi l’esito di questo TEST ne, se il nostro atleta sia più tornato a casa.
Un saluto speciale al nostro assente illustre ALBE, il CDS sta pensando di commemorarne la memoria sportiva portando alle gare domenicali una gigantografia di cartone scala 1:1 ( sempre con noi mitico ALBEEE ) aspettiamo il tuo ritorno.
una domanda attanaglia il gruppo… CHE FINE A FATTO IL GAGGIO ?
Salutiamo e ringraziamo tutto il team del gruppo sportivo le salamelle per la bella domenica passata insieme, per l’impeccabile organizzazione, in particolare un saluto agli altleti a noi più vicini BEA, BLEUS, CAMILLA, CICCIO, PIGGY, PONCHARELLO, TEX, THEO & TROPY.
Ora tutti a casa a gustarci una fantastica grigliata senza, naturalmente …… SALAMELLE.

giovedì 10 febbraio 2011

2° SALAMELLANDO CON L'AVIS

Domenica 13 febbraio 2011 ci sarà la 2a Salamellando con l'Avis, di km 6.5 -12 - 21 ad Abbiategrasso, presso 'la Cappelletta' in Via Stignani.

CANISCIOLTI AL RITROVO B (FULVIO) ALLE ORE 7,30.

Comunicate ad Ambro o nei commenti, la vostra presenza.

lunedì 7 febbraio 2011

CAMILLA NUOVA CAPRETTA SCIOLTA

.Da 06-02-11 giussano     Articolo di DJ
Quella che andiamo a raccontare oggi con questo articolo " articolato " racconta di una domenica in Brianza molto particolare.
Con l'avvicinarsi della maratona le uscite domenicali si fanno sempre più impegnative e faticose, Leo assaggia il suo primo lungo da 33 km., ecco perchè ci anticipa alla partenza e sperimenta il percorso degli 8 km e poi quello dei 25. Lo ritroveremo negli spogliatoi dopo la doccia, fresco e rilassato come un ricco pensionato in vacanza a Santo Domingo appena uscito dalla piscina. Complimenti!
Al ritrovo a Robbiano colpisce subito l'organizzazione del servizio di custodia borsa con tanto di biglietto numerato degno delle migliori manifestazioni agonistiche; 2 ragazze molto carine che ricevono i complimenti del nostro Pierino sistemano con cura le nostre cose. Ben fatto!
Prima della partenza alcuni di noi si preparano con tutti i mezzi in loro possesso: colpisce l'arsenale di cui dispone il nostro STE: maglietta manica lunga antigenlo con sovramaglia canottiera nera ultimo residuato bellico della dj ten, cappellino copri capo delle forza spaciali NATO che mantiene la temperatuta del cuoio capelluto tra i 18 e i 23 gradi costanti, cuffie per musica olistica inserite nel cappellino altrimenti l'oscillazione dei cavi compromette la prestazione nel long range, calzone nero apparentemente tecnico, in realta anch'esso di derivazione aeronatica per ridurre la resistenza al vento, doppio dispositivo elettronico per misurazione di battito cardiaco, sudorazione, livello di sali minerali e testosterone, umidità media intra scapolare.
Il cds comunica che presto saranno disponibili le analisi tecnico scientifiche per valutare se tutto è nella norma o il "TESTA KIT" per una migliore performance agonistica sia DOPING. Attendiamo gli esiti.
Come dicevamo ricca di spunti degni di nota questa domenica. Si cimentano nel percorso dei 15 km. il CASSIERE, BUM BUM, VIVI ( ben tornata in gruppo ) e il ritrovato PASQUALE senza blocco, mentre il PRESIDENTE in compagnia di PIERINO, DJ, AMBRO, STE e HOLLY 67 (che va subito in fuga per poi essere ripreso nel finale da un Pierino in grande condizione ) allungano sul percorso dei 25. Entrambi impegnativi a causa dell'alternaza delle continue salite e discese. Meraviglioso il paesaggio, ma ormai è inutile rimarcarlo quando ci si allontana dalla città, anche se di poco, si ha la possibilità di apprezzare la bellezza di questi posti e di fare nuove amicizie.
Per cominciare un saluto ad una nuova atleta che ieri ha mosso i primi passi con il gruppo, il presidente da il benvenuto a CAMI splendida Capretta della brianza che ieri per qualce centinaio di metri ci ha preso gusto a correre al nostro fianco. Prima la capra dietro a noi, poi il pastore dietro alla capra, poi noi all'inseguimento della capra in fuga inseguiti dal pastore all'inseguimento della sua capra! Seminati capra e pastore proseguiamo tra una risata una salita, volevamo smettere di correre non ce la facevamo più dal ridere!
Nella domenica delle sorprese non poteva mancare :
-L'uomo aggredito da una cane ad un braccio che ha fatto saltare l'organizzazione di un ristoro, mentre tutti soccorrevano il mal capitato DJ prendeva possesso della postazione e boccione di thè caldo alla mano e ristorava i presenti. Ce chi dice che aveva il braccio a penzoloni e chi sostiene che era solo una ferita profonda, speriamo nulla di grave tant'è che il poveraccio ha rifiutato il ricovero in ospedale dichiarando che meglio morire in gara che pranzare con la suocera alla domenica.
-Il vecchio che stramazza al suolo dalla fatica sotto gli occhi di DJ e AMBRO che con fermezza e decisione lo prenderà a sonori schiaffoni per farlo riprendere. Brovo AMBRO ( la prossima volta, magari, una manciata di caz.... tuoi ? - dj )
-Ed infine come dimenticare il vecchio alla guida della 500 rossa del 1976 monomarcia che con moglie al seguito sfreccia sulla strada assordandoci con il rumore dei cilindri in fiamme!!!!
Nulla di più che questo è successo in questa prima domenica di febbraio, il gruppo cresce nel numero e nella voglia di macinare i km per il grande appuntamento. CLASSIFICA.

giovedì 3 febbraio 2011

29a Camminata a Robbiano

Dopo esser stati messi sulla copertina di ringraziamento dell'Aranciolona, i canisciolti torneranno in Brianza, non per il salame, ma per la 29a Camminata a Robbiano di km 8 - 15 - 25.
Zona particolarmente apprezzata da tutto il gruppo, che forse fa digerire meglio la mancata partecipazione ai Sentieri di Santa Cristina.

CANISCIOLTI AL RITROVO B (FULVIO) ALLE ORE 7.25.

Nel volantino a lato nella voce servizi viene riportata la possibilità di servizio docce.

Preparatevi mentalmente, poichè si entra nel vivo,  le 7 / 8 settimane che ci aspettano sono  toste.

CALENDARIO